Ballerina

Oggi solo un pezzetto di me.

Ieri, con tutte le donne della mia famiglia sono stata a vedere “Ballerina”. Un film delizioso, che mi ha fatta uscire dalla sala con un bouquet di sogni in boccio. I miei… e quelli di mia figlia.

L’ho guardata ridere e sorridere. L’ho guardata emozionarsi fino a piangere in silenzio, le lacrime che luccicavano nel buio della sala. L’ho guardata immedesimarsi in quella fatica, in quei salti, in quelle piroette. L’ho guardata spalancare la bocca davanti all’Opéra di Parigi. L’ho ascoltata mentre non diceva nemmeno una parola, rapita dalle immagini, dalla magia del cinema, dalla delicatezza della danza, dal potere dei suoi sogni. Perchè è ancora una bambina di quattro anni e lei sì che ha tutta la vita per sognare. E vorrei che non smettesse mai.

E mentre guardavo lei, guardavo anche dieci anni avanti e poi venti. E poi non ho avuto più coraggio. Ho pensato alla sua divisa che, all’inizio dell’anno, ho personalizzato applicando con cura l’etichetta con il suo nome insieme al disegno di una piccola ballerina. Il suo body blu, i collant rosa, le scarpette con l’elastico.

Le sue scarpette. Piccole, rosa. Che presto non le andranno più bene. Che forse un giorno sostituirà con delle vere punte. Che continueranno a sorreggere lei e i suoi sogni, come tutte le scarpette di tutte le ballerine.

E ho pensato che anche se dovesse decidere di non ballare più, anche se volesse fare l’astronauta, la sarta, o il dottore, quelle scarpette le conserverò sempre. Insieme alla sua risata quando le faccio il solletico, insieme agli abbracci senza motivo, insieme alle sue parole sbagliate, alle sue guance morbide quando sorridono. Perchè, se un giorno dovesse dimenticarsi come si fa a sognare, gliele mostrerò. E le racconterò di un pomeriggio al cinema, un giorno in cui bastava un film a far volare i sogni in alto. Quel giorno in cui, stringendomi la mano, mi ha detto: “Mamma, io da grande farò la ballerina.”

Non importa, amore, cosa farai da grande. Io custodirò questo tuo sogno, insieme a tutti quelli che hai già fatto e a tutti quelli che ancora farai.

E una cosa ti dirò sempre: credici, perchè puoi farli avverare. 

le scarpette di Amelia.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...