baby shopping risparmiando

Baby shopping: novità estive nell’armadio di mia figlia… con un occhio al risparmio!

Questo post sarà un po’ lungo, ma sono sicura che a qualche mamma saranno utili alcune delle informazioni che troverete qui, sia che abbiate un maschietto o una femminuccia, perchè vi parlerò di novità estive all’insegna del risparmio!

Tutte le madri avranno ben presente quel senso di liberazione che dà il non dover più imbacuccare il proprio pargolo perchè non prenda nemmeno un filino d’aria, chè sennò poi di notte gli vien la tosse o gli cola il naso… mamme, è (quasi) finita! Finalmente possiamo riporre i giacconi pesanti dei nostri bambini: è arrivata la primavera!

Armiamoci di pazienza, è ora di cominciare!

1. Primo step: il cambio di stagione versione baby

Bene, dicevamo: è giunto il momento di armarci si santa pazienza e di affrontare anche il loro cambio di stagione. Io cerco di fare le cose a scaglioni, per evitare di ingolfare il delicato equilibrio lavatrici/asciugatrici/esaurimento nervoso, quindi, appena vedo che la temperatura sale costantemente sopra i 10°, comincio a lavare e mettere via tutto quello che è in pile o in piuma e piumino: maglioni, cappelli, berretti, sciarpe, giacconi etc.

2. Secondo step: lo sfoltimento

Il secondo step è tirare fuori dall’armadio i mitici contenitori Ikea in cui abbiamo riposto il cambio della stagione precedente. Qui, complice il pargolo in questione, si procede allo sfoltimento: questa maglia ti arriva all’ombelico, questi pantaloni ti stanno alla zuava, questo abitino è diventato una maximaglia… e così via.

Poi, come abbiamo fatto anche per il nostro cambio di stagione, teniamo quello che va ancora bene e diamo via il resto, oppure lo mettiamo da parte per un eventuale altro fratellino o sorellina.

3. Terzo step: la lista

A questo punto, mi armo di carta e penna e mi segno (nel senso che me li scrivo proprio) i capi indispensabili che non sono sopravvissuti da un anno all’altro: insomma, redigo la mia shopping list!

La shopping list

La mia baby shopping list, che poi trasferisco in un memo nel cellulare

Di regola, io faccio parte di quella categoria di mamme che ama vestire i bambini appunto da bambini, con capi semplici e pratici, possibilmente senza spendere una follia. Il fatto di avere una bambina complica non di poco la mia esigenza di semplicità, perchè, dopo una certa taglia, improvvisamente compaiono strass, stampe giganti, fiori, farfalle, Else e Anne OVUNQUE, fucsia in tutte le sue sfumature più sgargianti e chi più ne ha più ne metta. Fare shopping per mia figlia quindi diventa davvero una sfida!

Posso dire però che il più delle volte riesco a vincerla 💪, complici anche le donazioni della mia amica Sarah, che periodicamente mi regala borsoni pieni di abiti smessi di sua figlia. E’ un’enorme fortuna, me ne rendo conto e lo ammetto, e lo è ancor di più il fatto che entrambe condividiamo lo stesso gusto nell’abbigliare le nostre bimbe (ci sono perfino dei capi che lei mi regala e che io ho già… nella taglia più piccola!)

Ciò detto, passiamo allo shopping. Quest’anno Amelia aveva bisogno di:

  1. un paio di shorts in jeans
  2. almeno un paio di jeans leggeri
  3. un giubbino in jeans
  4. un golfino beige
  5. almeno due canottiere bianche
  6. sneakers chiare in tela (non so i vostri figli, ma la mia salta due numeri a stagione, adesso siamo al 29… si fermerà, prima o poi?)
  7. un paio di ballerine blu con il cinturino

Vi prego di notare che anche mia figlia ha nell’armadio i i 5 capi che risolvono 1000 problemi… in questo caso alla mamma! Nella lista non ci sono, perchè le vanno ancora bene quelli che già ha, ma anche lei ha un paio di stringate a uomo e una camicia bianca 😉

4. Ultimo step: il baby (che ormai è più un girl…) shopping

Ecco qui i miei primi acquisti per Amelia per questa stagione:

1. short in jeans: acquistati da H&M on line a €14,99. Sono morbidi ed elasticizzati e hanno l’elastico con i bottoncini interno per stringerli eventualmente in vita.

short jeans

2. jeans leggeri: devo dire che qui sono impazzita, perchè mi serve che abbiano l’elastico in vita (Amelia non è ancora in grado di allacciare il bottone velocemente e all’asilo deve essere autonoma) e che siano puliti e basici. Dopo aver girato come una trottola, alla fine li ho trovati da Oviesse a €9,99! Sono in cotone di peso medio, non fanno l’effetto jeggins (ad Amelia non stanno bene) e sono disponibili anche in più tonalità di denim… gliene ho presi due paia, uno più chiaro e uno più scuro.

jeans

3.giacca in jeans: anche qui una gran ricerca. L’avevo vista da H&M, ma aveva i bottoni a cuore, un po’ troppo luccicanti per i miei gusti… e tutte le altre erano troppo lavorate. Alla fine l’ho presa da Okaidi a €24,90… ma ne ho presa una da maschietto! Le sta benissimo e che sia da maschio non si vede minimamente.

E poi, detto tra noi,non fa altro che aggiungersi alla lunga lista di roba da maschio che le ho acquistato nel tempo, in primis le scarpe: tutte unisex, a cominciare dalle scarpette con gli occhietti e per finire con i sandali a fratino!

giacca jeans

4. golfino beige: trovato da H&M, in cotone, a €9,99. Qui andavo a colpo sicuro.

golfino

5. canottiere bianche: introvabili, a meno di non comprarle Petit Bateau, ma sarò sincera: se devo spendere dei soldi in biancheria, preferisco investirli nelle mutandine che sono le stesse da dopo lo spannolinamento. Amelia ha solo mutandine Petit Bateau bianche, cotone insuperabile, resistenti veramente a tutto, candeggiabili, belle alte in vita così c’è qualche speranza che d’inverno la canottiera stia dentro e la pancia stia coperta. Ma costicchiano… quindi, per le canottiere cerco qualcosa di altrettanto grazioso, ma un po’ più economico, visto che durano una stagione.

In genere riesco sempre a trovarle alla Coop, della loro linea per bambini. Costano €4,50 l’una e il cotone è ottimo. Solo che ovviamente quando sono arrivata io al supermercato quelle della taglia di Amelia erano già finite, sob 😔

Ho dovuto ripiegare su quelle di Zara che costano €7,95 per un pack di due pezzi. Il cotone della biancheria, a differenza di quello dell’abbigliamento, devo dire che non è male e in più sono veramente molto simili a quelle di Petit Bateau!

canottiere

6. Sneaker chiare: premesso che l’esigenza è come sempre quella che Amelia sia autonoma, dovevano essere slip on. Pensavo di prenderle le Chipie, che le ho acquistato anche l’anno scorso. Comode, leggere, i piedi non sudano e si buttano in lavatrice. Dopo una stagione però ho dovuto gettarle via, perchè erano distrutte. Quest’anno volevo prenderle un paio di Converse e sul sito di H&M mi è caduto l’occhio su una sneaker, pure questa da maschietto, che ci assomiglia un sacco! A €12,99 non ci ho nemmeno pensato! A mio avviso, sono veramente molto simili alle Converse.

sneakers

7. Ballerine blu con il cinturino: tasto dolente di tutti gli acquisti. Ci tengo che Amelia abbia almeno un paio di scarpe non “da combattimento”, che possa usare sia all’asilo sia se deve uscire con noi. Quindi, al solito, deve potersele mettere da sola e devono essere comode e pratiche.

Dopo aver peregrinato in tutti i negozi di Padova, in cui la scelta è sempre troppo scarsa e i costi troppo alti, qualche anno a Legnaro, in provincia di Padova, fa mi sono imbattuta nella fabbrica che produce per il Gufo e che ha un suo marchio, Equerry: Maxima. C’è anche un piccolo negozio dell’azienda aperto al pubblico che per me è una manna dal cielo: esattamente il genere di scarpe semplici e sobrie che mi piacciono, qualità assicurata e prezzi un po’ più contenuti! Se siete della zona, vi consiglio vivamente di andare a dare un’occhiata… anche perchè arrivano fino al 40, quindi può scapparci qualcosina anche per la mamma! Io mi sono regalata un paio di ballerine glitter argentate a €30 di fine serie✌

Bebè blu

Ballerine Equerry blu, già messe in uso! Queste sono costate €69

Bene, questo era lo shopping necessario… poi, da H&M, c’è stato anche un po’ di shopping extra! Un abitino alla marinaretta blu, una polo bianca  e una camicia a righe (perfette per l’asilo), un cappellino per la spiaggia, mollettine colorate e una coppia di pigiami in cotone! Come potevo resistere?

Capito perchè è il caso di farsi dare il buono di €5 portando la roba smessa del cambio di stagione?!?

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...