Come riutilizzare l'abito da sposa: tre idee per voi

Come riutilizzare l’abito da sposa: tre idee per voi

Con il post del giovedì di questa settimana rispondo ad Alessandra che mi fa una domanda insolita (e proprio per questo mi ci sono buttata!): come fare per riutilizzare l’abito da sposa? Ho cercato con questo post di darvi qualche idea fattibile e pratica. Ecco qui!

Come riutilizzare l'abito da sposa

Fonte Pinterest da 

Come riutilizzare l’abito da sposa: PREMESSA

Dunque, io non sono sposata (ancora), quindi per me (ancora) non si pone il problema, però ho pensato a cosa farei io. Sapete che non saprei proprio? Mia mamma conserva ancora il suo abito da sposa, bellissimo (per l’epoca… con le spalle a punta tipo Spock, beati anni ’80! Però lei era stupenda, e anche il mio papà) e onestamente non so se avrei coraggio di farlo diventare qualcos’altro, a meno che non dovessi adattarlo per indossarlo io. Discorso diverso con le sue scarpe del matrimonio: le conservo io come delle reliquie e non ho mai il coraggio di indossarle… ma sono di una bellezza unica!

Con i tempi che corrono però, voler ottimizzare una spesa, di solito enorme, come quella dell’abito da sposa, visto e considerato che lo si porta un solo giorno nella vita, mi sembra un desiderio più che legittimo. 

Come riutilizzare l’abito da sposa: riadattatelo e coloratelo

Il primo modo per riutilizzare l’abito da sposa è quello di trasformarlo in un abito (elegante, ovviamente, qui c’è poco da sdrammatizzare…) che porterete altre volte, magari come invitate ad altri matrimoni o per qualche cerimonia. Il problema però è che non tutti gli abiti da sposa si prestano ad essere riadattati. Vediamo qualche caso concreto. Ho cercato degli abiti che, a occhio, potessero essere trasformati in qualcos’altro e sotto ad ogni foto vi ho messo la descrizione di quello che farei io con ciascuno di loro.

Abito da sposa in tessuto non troppo lavorato e dal taglio semplice

Come riutilizzare l'abito da sposa

Un abito del genere è facile da riutilizzare. Come abito da sera potete anche lasciarlo esattamente così com’è e semplicemente portarlo a tingere del colore che preferite (nero, bordeaux, cipria). Altrimenti, colorato e tagliato sopra lo sotto il ginocchio (a seconda della vostra fisionomia) – diventa un abito perfetto per una cerimonia. Fonte Pinterest da 

Come riutilizzare l'abito da sposa

Un abito con un taglio così può essere tranquillamente tagliato per diventare un abito da cocktail, magari. In questo caso però potete anche valutare di dividere la parte sopra dalla parte sotto: la parte sopra diventerebbe una blusa importante, che può restare anche bianca, da mettere magari con una gonna a matita nera. La gonna invece, potete tagliarla, tingerla e riadattarla facendola diventare una gonna a matita o una gonna a tubino più portabile. Fonte Pinterest da 

Come riutilizzare l'abito da sposa

Un abito del genere, tagliato al ginocchio diventa un perfetto abito da cocktail, tinto in un altro colore: corallo, rosa, verde, giallo, cipria… – Fonte Pinterest da 

Abito da sposa in tulle

Qui le cose si complicano un pochino, perchè non sempre la gonna in tulle e il pezzo sopra in tulle sono riutilizzabili in contesti non proprio elegantissimi. Vediamo se riesco comunque a darvi qualche idea.

Come riutilizzare l'abito da sposa

In un caso del genere, potete tenere il corpino e metterlo in versione super sdrammatizzata con sopra un chiodo di pelle, o in alternativa usarlo come biancheria. La gonna in tulle, se riuscite a renderla meno gonfia togliendo qualche strato, potete tingerla di nero, lasciarla lunga e farla diventare più rock, se siete il tipo  – Fonte Pinterest da 

Come riutilizzare l'abito da sposa

Qui la gonna è più facile da gestire. Potete tagliarla al ginocchio, se non resta troppo gonfia, e farla tingere di un colore che utilizzereste di più, indossandola come una normale gonna in tulle. In alternativa, potete tenere il corpino attaccato alla gonna, tingere il tutto in un altro colore, accorciare la gonna e utilizzare l’abito per un’altra cerimonia – Fonte Pinterest da 

Abito da sposa in pizzo

Con l’abito in pizzo, a meno di non aver già trovato una soluzione nelle opzioni che vi davo sopra, c’è un’ulteriore possibilità: far tingere solo il pizzo o solo la fodera dell’abito, in modo che i colori siano a contrasto. Ad esempio: pizzo nero e fodera rosa cipria (abbinata molto chic). Il risultato sarò ovviamente molto elegante, ma vi svincolerà dal contesto “matrimonio”, permettendovi di sfruttare l’abito (o, nel caso l’abbiate diviso in più pezzi, il corpino o la gonna) in più occasioni. 

Come riutilizzare l'abito da sposa

Qui per esempio, immaginate il pizzo tinto di nero e la fodera color cipria o color carne, oppure nera solo dal seno in giù: il risultato è quello di un elegantissimo abito da sera o da cerimonia,ma non più da sposa – Fonte Pinterest da 

Come riutilizzare l’abito da sposa: realizzate oggetti con gli scampoli 

Dopo aver tagliato la gonna, con gli scampoli potete fare diverse cose: pochette, gioielli, perfino palline di Natale o tendine per le culle dei neonati. Su Pinterest trovate tutti i tutorial possibili e immaginabili per ogni gusto e tipo di tessuto. Date un’occhiata.

Come riutilizzare l'abito da sposa

Fonte Pinterest da 

Come riutilizzare l'abito da sposa

Fonte Pinterest da 

Come riutilizzare l'abito da sposa

Fonte Pinterest da 

Come riutilizzare l’abito da sposa: conservatelo per vostra figlia (che a sua volta lo adatterà)

Vostra figlia, o nipote o nuora, se mai dovesse volerlo. Insomma, non modificatelo, fatelo pulire  e mettetelo in una scatola con tanto antitarme. Quando toccherà a vostra figlia indossarlo, apporterete le modifiche del caso, rimodernandolo, accorciandolo, stringendolo o allargandolo. 

Ecco qui qualche idea per voi! Spero di esservi stata utile. E voi che ne avete fatto del vostro abito da sposa (se lo avete?)

Condividi questo post:

6 pensieri su “Come riutilizzare l’abito da sposa: tre idee per voi

  1. claudiag ha detto:

    Sinceramente prediligo l’ultima opzione: conservarlo per farlo utilizzare ad una figlia, nipote, nuora…
    Anche se capisco l’esigenza di sfruttare un capo importante, l’idea di “sciuparlo” tagliandolo o tingendolo mi stringe il cuore. Credo sia un ricordo prezioso da conservare.
    Tra l’altro le occasioni per indossarlo, anche “aggiustato” non sono molte, di solito.
    Io mi sono sposata con cerimonia civile e un abito da giorno, molto elegante ma volendo riutilizzabile per una occasione importante. Ecco in realtà non l’ho mai più usato, un po’ perchè mi dispiace, in po’ perchè mi è sempre sembrato “troppo” elegante…claudiag

  2. Anna ha detto:

    Ecco qui…ci risiamo! ….Io ho proprio scelto un abito facile facile da recuperare….il classico gigantesco che fa tanto meringa con corpetto pieno di perline stretto stretto in vita …(😍 si lo so…lo dico così per prendermi in giro ma ancora adesso dopo quasi 13 anni quando lo riguardo mi vengono i brividoni dall’emozione!!!)….per di più ho un figlio maschio quindi non se ne parla di “passarlo”….comunque sono d’accordo con Claudia, non me la sentirei di cambiarlo per rimetterlo…sono troppo sentimentale!! Quindi ho un mio personalissimo consiglio di riutilizzo: io lo uso come misura….finchè riesco ad entrarci (dopo la gravidanza, l’allattamento, l’età che avanza, le golosità ecc….).vuol dire che non va poi così male!!!🤣🤣🤣🤣 il dietologo può aspettare!

  3. Maria Sica ha detto:

    Il mio vestito da sposa lo realizzò per me mia nonna. Ricordo ancora l’emozione e mia mamma che piangeva davanti ad ogni spezzo di stoffa.
    Scelsi di realizzare un abito in 2 pezzi : un corpetto di merletto ricamato con piccole perline nei colori del rosa cipria e del verde chiarissimo. La gonna era lunga con la coda ma senza tulle. In poche occasioni ho usato il corpetto su un jeans con la giacca era bellissimo soprattutto sfruttando i sandali che avevo comprato per il matrimonio (Non rimproveratemi per i sandali ). Poi però l’ho gelosamente riposto. Ho 2 figlie femmine e l’idea che vogliano indossare quell’abito per il loro giorno speciale mi mette i brividi.

    • Angela Inferrera ha detto:

      Mamma mia che storia bellissima… questo tipo di artigianalità è sempre più rara, hai davvero un gioiello nell’armadio! Le tue figlie si emozioneranno esattamente come te quando sarà il loro momento… un abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.