Questa settimana ho deciso di rispondere ad una delle mie anta girls del cuore, Rita, che mi ha chiesto consigli su come fare per trattare i capelli finché siamo obbligati a restare in casa in quarantena. Ho pensato di creare per voi un articolo di più ampio respiro, in cui vi dò qualche consiglio pratico su come prendersi cura di sé dopo gli anta restando in casa: non solo capelli, ma anche skincare e abbigliamento.

Come prendersi cura di sè dopo gli anta restando in casa

Premessa

Per la parte Beauty mi sono fatta aiutare dalla mia amica e partner in crime Raffaella Magrì, che ho già ospitato più volte nel mio blog: la sua esperienza e competenza sono magistrali (e infatti, perdonate il gioco di parole, è docente di estetica), ma il motivo per cui la adoro è che, oltre ad avere un gusto impeccabile, sa dare consigli facili e alla portata di tutti, di attuazione immediata. Ecco qui il nostro lavoro per voi!

Come prendersi cura di sè dopo gli anta restando in casa
Fonte Pinterest

Come prendersi cura di sé dopo gli anta restando in casa: l’abbigliamento

L’ho scritto e riscritto in diversi post che ho già pubblicato per voi: il fatto di stare a casa non è una scusa per non prendervi cura di voi stesse. Non dico che dovete truccarvi e farvi la messa in piega (vedo mia mamma via WhatsApp call in questi giorni ed è tutta presa da una sorta di fuoco sacro per cui sta smontando e ripulendo la casa pezzo per pezzo: non ha né il tempo, né la voglia, né la necessità di agghindarsi!), ma vi raccomando: comode in casa non vuol dire sciatte. Mettetevi pure in tuta, maxi maglia, quello che ritenete più consono e soprattutto più confortevole, ma che sia sempre pulito, preferibilmente stirato e in ordine.

Come prendersi cura di sè dopo gli anta restando in casa
Fonte Pinterest

Come prendersi cura di sé dopo gli anta restando in casa: i capelli

Ecco a voi i consigli di Raffaella, completi di una ricettina da fare in casa per prendervi cura dei vostri capelli!

Colore

Ebbene sì, quante di noi si trovano in queste lunghe settimane a dover fare i conti con i propri capelli in assenza del nostro parrucchiere di fiducia, per non parlare poi dei fastidiosissimi capelli bianchi e della ricrescita! A proposito di questa, i rimedi possono essere due: il primo è ricorrere nel modo più semplice agli shampoo colorati reperibili ormai ovunque,  da alcuni siti  on line a parafarmacie, farmacie e supermercati e devo dire che alcuni sono davvero ottimi e garantiscono risultati eccellenti, curando e rispettando il capello. Tra questi, vi suggerisco Alchemic Shampoo di Davines, Hennetica di La Saponaria, Orovivo di Biopoint e Bioscalin Natural Color.
oli avocado
La seconda opzione sono i trattamenti coloranti naturali. Attenzione però, devo farvi una premessa: nonostante io sia però una sostenitrice di rimedi naturali di bellezza, non sono convinta del tutto che possano essere la soluzione più corretta. Le erbe tintoree (henné), di cui sicuramente avrete sentito parlare, possono lasciare riflessi o addirittura colorare il capello, se utilizzate però con estrema costanza e senza ricorrere ad altri trattamenti chimici (per intenderci tinte classiche fatte dal parrucchiere).
Come prendersi cura di sè dopo gli anta restando in casa
Fonte Pinterest
Il motivo per cui non sono propensa a questo tipo di colorazione è perché alcune di queste erbe potrebbero risultare allergizzanti: il fatto che siano del tutto naturali, non esclude che possano scatenare reazioni in caso di allergie. In più i loro pigmenti reagiscono in maniera diversa in base al capello di ognuna e alla sua struttura e potrebbero inoltre, dopo i lavaggi, virare verso sfumature non del tutto gradite (come l’arancio).

Cura del capello

Trovo invece l’henné neutro uno dei trattamenti più efficaci per  curare il capello fine, sfibrato ed opaco, grazie alle sue proprietà ristrutturanti e rinforzanti. Vi suggerisco qui di seguito un impacco rigenerante da ripetere una volta al mese per diversi mesi.
Ingredienti: 
300 gr di polvere di henné neutra,
3 cucchiai di yogurt magro
acqua tiepida.
Preparazione: 
Aggiungere alla polvere i 3 cucchiai di yogurt e a filo dell’acqua tiepida qb fino ad ottenere un composto liscio. Lavare ed asciugare i capelli e applicare successivamente il composto dall’attaccatura fino alla lunghezza, ciocca per ciocca, in maniera omogenea. Dopodiché avvolgere la chioma con una pellicola e lasciare in posa per un paio di ore, successivamente massaggiare e sciacquare abbondantemente con acqua tiepida, infine applicare una maschera o un balsamo, risciacquare e procedere l’asciugatura.
Come prendersi cura di sè dopo gli anta restando in casa

Come prendersi cura di sé dopo gli anta restando in casa: la pelle

Ecco qui i consigli di Raffaella per una skincare semplice e con un’altra ricetta da fare anche a casa!
Curare la nostra pelle è un piccolo gesto che può aiutarci a staccare la spina e ad abbandonare le tensioni, anche in un momento delicato come quello che stiamo vivendo. Ovviamente tutto quello che vi suggerirò sarà facile da trovare in vendita.  Per la cura della pelle vi consiglio di provare alcuni trattamenti che faccio spessissimo anch’io, tutti con l’utilizzo di ingredienti naturali, come gli oli vegetali: tra questi l’olio di mandorle, l’olio l’avocado, di germe di grano, di canapa, utilizzati puri o miscelati ad altri oli o ingredienti.
Come prendersi cura di sè dopo gli anta restando in casa
Fonte Pinterest

Skincare

Per prima cosa  non  dimenticate di effettuare uno scrub una volta alla settimana, utilizzando semplicemente della farina di ceci oppure zucchero di canna o sale marino uniti a miele e alcune gocce di limone (schiarente e antibatterico). Vorrei ricordarvi inoltre che il miele è da millenni utilizzando nella  cosmesi per le sue proprietà emollienti e rigeneranti.
Ecco qui, per finire, una maschera che renderà la pelle luminosa e levigata. Unite mezzo vasetto di yogurt naturale,  tre cucchiaini di miele (meglio se integrale) e un cucchiaino di olio di mandorle. Applicate su tutto il viso tenendo in posa per 20′, dopodiché sciacquare abbondantemente con acqua tiepida. Il risultato sarà davvero sorprendente! Durante questo trattamento ascoltate la vostra musica preferita o profumate l’aria con essenze rilassanti, perché la componente psicologica gioca un ruolo fondamentale anche sul rilassamento dei muscoli facciali, che riceveranno più irrorazione… beneficiandone!
limone sale
Fonte Pinterest
Ecco qui i nostri consigli per tutte le anta girls (ma non solo) all’ascolto! Che dite? Proverete una delle ricette di Raffaella?