Prenota la tua ora di consulenza on line! >> clicca qui

Come vestirsi quando fa molto caldo: 3 consigli pratici

Come vestirsi quando arriva il caldo torrido? E' giunta l'ora di rispondere a Francesca, che mi ha chiesto: "Hai voglia di dedicare un post ai look per l'estate, non quelli primavera/estate, proprio quelli per quando ci sono 40 gradi? Io ho un problema con il poco, quando devo ridurre a un pezzo sotto e uno sopra non mi sento mai veramente vestita...". Vediamo se riesco a darle e a darvi qualche consiglio utile!

Come vestirsi quando fa molto caldo: Attenzione ai tessuti!

Sembrerà una sciocchezza, ma invece è proprio la base: con il caldo bandite nella maniera più assoluta tutti e dico tutti i tessuti sintetici. Siano benvenuti invece cotoni, lini, viscose, rayon e modal, tencel, lyocel... tutti i tessuti che hanno una derivazione naturale, che siano o meno fibre artificiali (come le viscose, il modal, il rayon e il tencel/lyocel ad esempio) o no (come cotone, seta e lino). Occhio anche ai misti, tipo cotone poliestere: fa sudare e, almeno a me e soprattutto alle mie figlie, irrita la pelle. Quindi, come sempre, la regola n.1 è: leggere le etichette! 
Come vestirsi quando fa molto caldo: 3 consigli pratici e di stile
Fonte Pinterest da 
Come vestirsi quando fa molto caldo: 3 consigli pratici e di stile
Fonte Pinterest da 

postilla: la biancheria

Una piccola postilla per quanto riguarda la biancheria. Al di là del fatto che sapete che sapete che per me d'estate l'unico colore possibile di biancheria è il color nudo, causa colori chiari e trasparenze, anche per l'intimo cercate di usare il più possibile tessuti naturali. Per quanto riguarda i reggiseni, se potete evitare imbottiture e coppe, fatelo, perchè fanno sudare (io d'estate non le riesco a mettere).
Come vestirsi quando fa molto caldo: 3 consigli pratici e di stile
Fonte Pinterest da 

Come vestirsi quando fa molto caldo: semplificate

Less is more, in estate innanzitutto. Lasciate perdere tutto quello che è troppo o anche semplicemente "in più": cinture, gioielli voluminosi, tacchi troppo alti, qualunque cosa stringa o costringa. Benvenuti abitini a trapezio leggerissimi, gonna a ruota e blusa in seta o viscosa, leggerissima ed estiva. Per quanto riguarda i colori, quelli chiari la faranno da padrone, anche in caso di fantasie. Tenete i neri, i marroni e i blu scuro per quando le temperature si saranno raffreddate un pochino.
Come vestirsi quando fa molto caldo: 3 consigli pratici e di stile
Fonte Pinterest

Come vestirsi quando fa molto caldo: il piano b

Soprattutto se dovete fare avanti e indietro dal lavoro, magari in bicicletta o sui mezzi, quindi affronterete un caldo torrido per poi finire in un ambiente a 10° con i pinguini che vi salutano da dietro lo schermo del computer, abbiate un piano B. Partite di casa con una maglia che poi vi cambierete al volo una volta arrivate in ufficio e che vi porterete dietro ben piegata in una bustina, in modo da non stropicciarla. In cinque minuti sarete come nuove. A caldo estremo, estremi rimedi!
Come vestirsi quando fa molto caldo: 3 consigli pratici e di stile
Fonte Pinterest da  
Ecco i miei consigli pratici per affrontare la calura torrida in serenità, per quanto possibile! E voi cosa fate quando fa molto caldo? Quali sono le vostre strategie?

vuoi imparare a vestirti con stile e in modo facile?

“Da zero a chic” è quello che fa per te!

23 Comments on Come vestirsi quando fa molto caldo: 3 consigli pratici

  1. Consigli utili e “furbissimi”, Angela ! In particolare la maglietta da portarsi dietro per l’ufficio ed evitare reggiseni imbottiti (io non li porto neppure con le temperature gelide…). Con queste astuzie, tipo quella di evitare tutto ciò che è “in più” (cinture, gioielli voluminosi, ecc), penso che si trovi un po’ di sollievo….

    • Con il nudo sei sicura al 100% che non si vede nulla Maria, soprattutto sotto al bianco o ai colori chiari

  2. Come sempre, le foto che hai scelto sono un incanto ……
    Oltre a scrivere bene e ad essere esperta e competente del settore moda ( si capisce che è una tua passione!) hai un istinto innato nel scegliere le immagini “giuste”……
    Illustrano alla perfezione quanto hai scritto. E riesci ogni volta a “catturare il dettaglio”, ovvero “quello che fa la differenza” e dona stile.
    – Da dove nasce questa tua passione? Chi o cosa ti ha trasmesso questo amore x gli abiti ed il modo in cui si portano? –
    NB a me il reggiseno imbottito non è mai servito ……Anzi, avrei tanto desiderato un seno più piccolo..!!!!!!….Da clessidra, adoro le cinture xo’ è vero che “danno caldo”, meglio un nastro in tessuto da legare alla vita….. ?…….Pensa, sono stata perfino capace di inserire tra i passanti pure una collana a mo’ di cintura!

    • Laura grazie, che commento dolce ?? la passione per la moda l’ho sempre avuta, sono letteralmente cresciuta in mezzo ai vestiti perché i miei genitori sono sempre stati nel settore abbigliamento (avevano negozi di biancheria e poi di abbigliamento uomo e donna). In realtà la mia passione vera è sempre stata scrivere, fin da quando ero piccola. Ho cercato di scrivere romanzi, ma è andata buca… E ho trovato la mia voce con questo blog che è un po’ il mio terzo figlio ? ideale la tua idea della collana a mo’ di cintura, bravissima !

      • Dovresti continuare a provare a scrivere romanzi, xche’scrivi troppo bene e sarebbe un peccato non farlo……Sai come si dice: se una cosa non la fai più “perdi la mano”, per fortuna il blog ti ha tenuto in esercizio e non ha esaurito la tua vena creativa…..Allora, voglio incoraggiarti come farebbe una cara amica o una mamma.
        Ti assegno un compito:
        Scrivi un racconto breve, magari anche con qualche accenno alla moda. La storia di una donna delle sue emozioni, dei suoi affetti, degli incontri che hanno formato la sua personalità. Sensibilità, ricordi, gioie. dolori, passioni, istinto materno,legami…..Tutto quello che ruota intorno al mondo femminile e che un abito – se ben scelto- può esprimere……
        Pubblicalo sul blog ed illustralo con delle immagini da incanto ( come sai fare tu). Il tuo racconto potrebbe partire proprio dalla descrizione di come la donna è vestita…..O da un abito legato ad un’occasione importante della sua vita ( laurea, matrimonio……)……Costruisci intorno a quell’abito una storia, raccontaci il mondo interiore di una donna…….E abbinarci delle foto ( al mondo di oggi le parole non bastano più e le immagini possono dire molto.Tu hai un talento innato ad abbinare parole ed immagini. Lo sai fare benissimo!!!!)
        Accetti la sfida?
        _ Se non ti va di pubblicarlo, non farlo. Però, scrivilo…… È un regalo bellissimo da fare a te stessa, xche’ quando esprimiamo quello che abbiamo dentro siamo felici.

          • Laura e Angelica, mi ero persa (o meglio, avevo scordato) i vostri commenti… adesso quello che un po’ mi manca è il tempo. Scrivere è diventato un mestiere, per il mio sito e per siti di altri, quindi quando ho un momento di relax prendo in mano un libro e leggo. Però la scrittura è proprio una cosa che fa parte di me… e spero non mi abbandoni mai. Un giorno in cui avrò magari un po’ più di tempo a disposizione, chissà…

  3. Ciao Angela,
    come mi piacerebbe acquistare qualche bell’abito fresco di cotone o lino…Ma è un’impresa trovarne! Ormai tutti i mass market producono capi sintetici al 100% ,ma anche nella mia città ho difficoltà a reperire certi capi. (abito in un piccolo centro) Per non parlare di certi brand di e commerce, ovvero la fiera del capo infiammabile! Attualmente ne indosso uno la cui etichetta recita a grandi lettere: TENERE LONTANO DAL FUOCO. Non so se ridere o piangere. I consigli sull’intimo sono intelligenti e più che giusti, ma sono un’integralista dell’intimo nero e proprio non ce la faccio ad indossare il nudo. Tranquilla però: non indosso capi chiari perché il bianco mi sta malissimo ?

    • Paola sei proprio super!!!! Se può interessarti qualche idea di brand che produce capi etici e sostenibili, li trovi nelle mie stories in evidenza su Instagram sotto brand sostenibili, ci sono due cartelle (sono tanti). Un abbraccio

  4. Articolo super,come tutto ciò che scrivi!! Sono stata una settimana al mare e ho visto abitini completini o solo maglie tipo sangallo ed erano molto belli ma poi lèggevo le etichette e mi facevano cadere gli occhi… poliestere, misti, sintetici ecc… la fiera del tessuto infiammabile 😭😭. Peccato perché avrei comperato volentieri 2-3 cose da sfruttare per tutta la stagione.

  5. Bellissimi consigli ma io i miei jeans non li mollo denim o colorati elasticizzati e attillatissimi sabot con tacco alto e largo o meglio stivaletti a zeppa aperti in punta niente biancheria intimai 25 anni che non porto il reggiseno trucco vivace ma niente sulla pelle e naturalmente capelli sciolti e lunghi… grande sofferenza il caldo! Ma ..
    Non possiamo permetterci la sciatteria che vedi in giro xchè fa caldo ( ciabatte capelli legati senza un filo di trucco) che ne dici ?

    • Ciao, dico… De gustibus 😅 per me, caldo o non caldo, il reggiseno, soprattutto in caso di abiti leggeri e trasparenze è fondamentale… L’importante comunque è selpre sentirsi a proprio agio!

  6. Ciao Angela, ma dove trovi biancheria 100% cotone non da nonna??? Io fatico parecchio… mi dai qualche dritta? Grazie

    • Ciao Manuela! Puoi provare la viscosa di CasaGIN (eccezionale, anche meglio del cotone per certi aspetti) o, oltre al cotone, anche la seta o la lana seta di Lizé Natural Clothing. Vai a vedere, sono tutte cose basic ma non da nonna! Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

foto angela

"L'ALTRA" FASHION BLOGGER

Ciao! Sono Angela: non sono una fashion blogger, ma una ragazza, una donna, una mamma… sono come te!

SEGUIMI SU INSTAGRAM

 

SEGUIMI SU FACEBOOK